Presentazione di Lucanum a Stigliano

56 comuni lucani, 8 elementi artistici, 12 prodotti tipici, 4 punti panoramici, 3 caselle brigante: queste sono solo alcune delle caratteristiche di Lucanum, il gioco da tavolo più innovativo di sempre. Presentato ieri all’interno della Sala Consiliare del comune di Stigliano e alla presenza del sindaco, Francesco Micucci, Lucanum promette di far divertire grandi e piccini e di guidarli alla scoperta della Basilicata. Quella di presentare quest’innovativa iniziativa proprio nel comune materano è una scelta precisa e dalla doppia valenza. Da un lato la città è legata fortemente alla storia lucana: fondata dai lucani, uno degli importanti centri dell’Italia centro meridionale sotto il dominio dei Greci di Metaponto, vide tra le sue vie sfilare l’importante famiglia dei Carafa durante il medioevo e poi, nel 1556, passò alla famiglia spagnola dei duchi di Medina, che la eresse a capoluogo della Basilicata. Dall’altro è stata vitale l’espressa volontà del Primo Cittadino di accogliere il team della PMI innovativa “iInformatica SRLS” e di ospitare questa prestigiosa iniziativa. “Sono da sempre vocato all’innovazione e alla promozione di iniziative giovanili come Lucanum e a questi ragazzi va tutto il mio sostegno per un’opera editoriale ambiziosa che sta trasformando il mondo dei giochi da tavolo e intende valorizzare la Basilicata. Lucanum è infatti una opera editoriale complessa e innovativa caratterizzata da Book, tabellone e app.” Il serious game infatti unisce l’evergreen dei giochi da tavolo alla tecnologia sviluppata dal team siculo-lucano che ha lavorato alla sua realizzazione. Un’idea nata nelle mente dell’ingegnere informatico materano, Vito Santarcangelo, e diventata realtà grazie a un gruppo di lavoro poliedrico e d’eccellenza, formato interamente da giovani. Durante la presentazione, che ha registrato una buona affluenza, i ragazzi dell’iInformatica SRLS hanno intrapreso un interessante dibattito con il pubblico durante il quale notevole interesse ha suscitato la promozione dei singoli comuni lucani, la valorizzazione delle loro tipicità e l’idea, avanzata durante la discussione, di introdurre il gioco nelle scuole come strumento didattico. “Quello che ci poniamo come principale obiettivo è la valorizzazione del nostro territorio. E per farlo puntiamo sulla tecnologia, sempre più conosciuta e diffusa tra giovani e meno giovani. Chi avrà l’occasione di giocare con Lucanum imparerà qualcosa in più riguardo la nostra splendida terra, la cui storia è millenaria. C’è poi la scelta della lingua inglese a far capire quanto miriamo a non limitare l’accesso al gioco a nessuno. Tutti devono avere il piacere di scoprire quella che fu la terra dei Lucani e innamorarsene”. Il gioco, disponibile sia in italiano che in inglese, è andato a ruba già durante la presentazione: molti infatti i preordini fatti pervenire e altri sono in arrivo giornalmente.  Disponibile sul sito internet www.lucanum.it, sui social network ufficiali e nei migliori negozi del territorio, al prezzo di 20,19€, promette di attrarre giocatori di tutte le età. Un’interessante e avveniristica opera editoriale che nasce alle soglie del 2019, anno in cui Matera ricoprirà il ruolo di Capitale Europea della Cultura.

 

Privacy Preference Center

Cookies necessari

Questi cookies sono strettamente tecnici, e servono per il corretto funzionamento del sito.

wordpress_test_cookie, adce_theme, SL_wptGlobTipTmp, SL_GWPT_Show_Hide_tmp, gdpr[allowed_cookies], gdpr[consent_types]

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?